mercoledì 29 marzo 2017

“La gioia dell’amore” Amoris laetitia in 325 paragrafi 330 giorni

 Amoris laetitia   IN    UNDICI MESI

Da giovedì 28 aprile 2016  

ESORTAZIONE APOSTOLICA
POST SINODALE
 Amoris laetitia 
DEL SANTO PADRE
FRANCESCO AI VESCOVI
AI PRESBITERI E AI DIACONI
ALLE PERSONE CONSACRATE
AGLI SPOSI CRISTIANI
E A TUTTI I FEDELI LAICI
SULL’AMORE NELLA FAMIGLIA

“E’ un’Esortazione che muta il modo di parlare all’interno della Chiesa. Come per Evangelii gaudium, Amoris laetitia segna un cambiamento linguistico”. Sono le parole del cardinal Schönborn nel presentare “Amoris laetitia” (in italiano “La gioia dell’amore”), l’Esortazione Apostolica post-sinodale “sull’amore nella famiglia”. Datata non a caso il 19 marzo, giorno in cui la Chiesa celebra la Solennità di San Giuseppe, raccoglie i risultati di due Sinodi sulla famiglia (uno ordinario e uno straordinario) indetti da Papa Francesco nel 2014 e nel 2015, le cui Relatio conclusive sono largamente citate, insieme a documenti e insegnamenti del Magistero papale e alle numerose catechesi sulla famiglia pronunciate dallo stesso Bergoglio. Inoltre, come è già successo per altri documenti, il Papa si avvale anche dei contributi di diverse Conferenze Episcopali del globo (Kenya, Australia, Argentina, solo per citarne alcune), assieme a citazioni di personalità significative, come Martin Luther King o Erich Fromm. In Amoris Laetitia assume particolare rilevanza una citazione tratta dal film “Il pranzo di Babette”, che il Papa ricorda per spiegare il concetto di gratuità.
E’ un documento che colpisce per ampiezza e articolazione. Suddivisa in nove capitoli e 325 paragrafi, si apre apre con sette paragrafi introduttivi che mettono in luce la complessità del tema. Francesco sostiene che gli interventi dei Padri al Sinodo hanno composto un “prezioso poliedro” (riprendendo Evangelii gaudium) che va preservato. E in questa prospettiva, il Papa scrive: “non tutte le discussioni dottrinali, morali o pastorali devono essere risolte con interventi del magistero”. Per alcune questioni “in ogni paese o regione si possono cercare soluzioni più inculturate, attente alle tradizioni e alle sfide locali. Infatti, le culture sono molto diverse tra loro e ogni principio generale […] ha bisogno di essere inculturato, se vuole essere osservato e applicato”. Un principio, dunque, che risulta importante anche nel modo di impostare e comprendere i problemi che, non può essere “globalizzato”. In particolare, fin dalle prime pagine, il Papa afferma con chiarezza che bisogna uscire dalla “sterile contrapposizione” tra ansia di cambiamento e applicazione pura e semplice di “norme astratte”.

La gioia dell’amore che si vive nelle famiglie

Amoris Laetitia  
                      Amoris laetitia 

LA VITA SI PERDE QUANDO NOI NON GALLEGGIAMO PIÙ

 SUL PROFUMO DELLA BONTÀ DI DIO.

Rubem Alves
 Agenda 2017 OGNI GIORNO

RICOMINCIO DA QUI – VEGLIA “DIO CAMMINA A PIEDI”

                                                                             Giovanni Vannucci

Fede, Speranza, Amore


 “Mendicanti di Luce” tratto dal CD “Dio dove sei?”
Video prodotto da Sandra Baracchi per l’incontro al teatro Le Laudi di Fi “Cercatori di Luce” del 19 marzo 2013. Il brano del video è “Mendicanti di Luce” tratto dal CD “Dio dove sei?” di Luigi Verdi
don Luigi Verdi


AMORE: ultima sosta della Via della Resurrezione
 La croce che preferisco, quella di Romena:
 “Non un crocifisso ma il vuoto, il risorto, l’infinito. 
Unica eredità: l’oro nelle ferite”
Padre – canzone
  
                      Amoris laetitia 
           lode-del-mattino…    A te dico: Alzati!
LA lode-del-mattino…  a romena
                                   Lode della sera

FirmaPapaFrancisco
 La gioia dell’amore che si vive nelle famiglie
La dimensione erotica dell’amore 
Banner LIBERTA
La Pieve di Romena in una foto di Francesco Cosi
BENEDICI, BENEDICI ANCHE ME..

Nessun commento:

Posta un commento